Ailurofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei gatti . La persona con questa fobia non sopporta di avere vicino uno di questi animali.
E’ una fobia molto comune. Durante il Medioevo i gatti erano associati al soprannaturale, alle streghe e al demonio. Vi è una credenza che dice che i gatti possano predire il tempo, dando un aspetto soprannaturale al gatto. In alcuni casi, la fobia si limita ai gatti neri –di ciu si credeva fossero streghe trasformate-.
Di fronte a un gatto, le persone con ailurofobia possono iniziare a sudare, avere difficoltà respiratorie e perfino soffrire di un attacco di panico. Molta gente soffre di questo tipo di fobia e si sente incompresa, poiché i gatti sono animali normalmente inoffensivi e una grande quantità di gente gode della loro compagnia. La paura può risalire a una cattiva esperienza con un gatto nella prima infanzia, un’età impressionabile in cui un piccolo graffio di un animale che tentava di difendersi dalle mani irrequiete di un bambino lo segni sensibilmente.
Come altre fobie, questo disordine suole correggersi utilizzando metodi quali l’ipnosi e la Programmazione Neurolinguistica.
E’ conosciuta anche come elurofobia (si veda).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*