Amaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di guidare un’automobile.

Si tratta di una fobia propria dei guidatori, questi si sentono incapaci si sedersi davanti al volante del veicolo. Si dice che soffre approssimativamente il 33% dei guidatori, in maggior o minor grado (solo una piccola percentuale risulta profondamente affetta, al punto di essere completamente incapace di guidare). Si caratterizza la produzione sudori, tachicardia, respirazione agitata o ansimante, tremore, mal di stomaco, capogiri, cefalee, vertigine e altri sintomi propri dell’ansietà. Può esser provocata da postumi postraumatici di una incidente di traffico oppure da cattive esperienze durante l’apprendimento.
Sia per paura di vedersi in un incidente di traffico o per considerarsi incapaci di affrontare il transito automotrice, la vita delle persone che patiscono questa fobia è influezata. Molti si sentono frustrati per dipendere dagli altri quando debbono muoversi, oppure si sentono sicuri solamente guidando nell’autoscuola insieme all’istruttore, ma una volta ottenuto il permesso smettono di guidare e di conseguenza, i loro timori aumentano.
In occasioni sollecitano aiuto da psicologi che, non possedendo necessariamente le conoscenze sulla guida, non possono aiutarli soddisfacentemente, succede lo stesso dinanzi a guidatori esperti ai quali si richiede aiuto, ma che non possiedono le conoscenze psicologiche per aiutare al paziente con la fobia.
Per trattare questo tipo di fobia e riuscire a far guidare un’automobile al paziente senza sentire timore, esistono programmi basati sulla psicologia cognitivo-conduttuale. Seguendo piani di trattamento in varie fasi, le persone che patiscono questa fobia possono migliorare e fare una vita normale.

Links:
http://www.amaxofobia.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*