Catoptrofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli specchi.
E’ conosciuta anche come eisoptrofobia, si tratta di una classe speciale di paura in cui la gente teme di guardare gli specchi. Temono di guardare agli occhi negli specchi grandi, specialmente quelli a corpo intero o maggiori. Le persona che soffrono dicatoptrofobia evitano di passare davanti agli specchi. Evitano anche di guardare se stessi negli specchi. Si sta ancora indagando se la paura è rispetto agli specchi oppure all’immagine della persona fobica riflessa in essi.
I sintomi possono variare tra un rifiuto lieve degli specchi ad avere attacchi di panico. La catoptrofobia si caratterizza perché gli individui soffrono di respiro ansimante o pesante, sudorazione, ansietà, ecc. Mantenersi lontano degli specchi è qualcosa che non possono evitare,per tanto è importante per la persona considerare possibili opzioni di trattamento disponibili per la guarigione da questa fobia.
I pazienti possono temere gli specchi per varie ragioni, normalmente per qualche vecchio trauma emotivo coinvolgente gli specchi, ma anche per superstizione: paura ad essere osservato tramite
gli specchi, o che gli specchi siano una porta verso lo sovrannaturale o una finestra verso un altro mondo. Questi timori sono comuni. Allo stesso modo, alcuni fobici temono gli specchi per via della loro bassa autostima e il fatto di evitare di vedersi e giudicare se stessi può arrivare a cnstruire gradualmente un’avversione agli specchi, cioè persino una volta superata la bassa autostima.
Link: Una tecnica per superare la catoptrofobia:
http://www.holistic-wellbeing.com/specific_problems/catoptrophobia-_fear_of_mirrors..html

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*