Cause di una fobia

Le fobie sono paure irrazionali, intense e incontrollabili che talune persone manifestano in determinata situazione o dinanzi a qualche elemento in particolare, benché possano rendersi conto del fatto che ciò non rappresenta per loro una minaccia reale. Non esiste una sola causa per spiegare perché una persona patisce di una o di un’altra fobia, poiché non vi è relazione diretta, uno a uno, tra gli antecedenti di un paziente e lo sviluppo di una determinato disturbo. Per contro, le fobie sociali e le specifiche possono avere numerose cause che confluiscono.

Le ricerche al riguardo indicano che esistono certi fattori genetici e ambienti che favoriscono l’insorgere di una fobia. Allo stesso modo, le situazioni in cui si scatenano in modo più intenso sono quelli momenti in cui la persona, per motivi diversi, è sottoposta a stress.

Una della possibili cause per cui una fobia specifica insorge è che la persona abbia avuto nella sua infanzia un’esperienza traumatica, a cui dopo associa l’elemento che è causa della paura. L’associazione può essere diretta o indiretta. È diretta quando è stato quel elemento la causa medesima che porta alla fobia, per esempio, un bambino che è stato graffiato da un gatto furente e, conseguenza di ciò, il bambino cresce e diventa un uomo con ailurofobia -fobia dei gatti-. Per contro, è un’associazione indiretta quando la paura appare spostata: nella TV nordamericana mostrarono il caso di una giovane che, essendo stata vittima di abusi sessuali da bambina, aveva sviluppato una curiosa fobia verso i cetriolini.

Resta ancora da sapere se qualsiasi persona sottoposta a un determinato stimolo può sviluppare una fobia, o se è necessaria certa predisposizione genetica per scatenarla. Alcuni scienziati si chiedono questo osservando che in molti casi i figli ripetono la fobia dei genitori, per esempio, una madre con aracnofobia la tramanda ai figli. Tuttavia, non necessariamente si parla di eredità genetica, ma può trattarsi semplicemente di una comportamento che è stato appreso.

Allo stesso modo, certe fobie hanno come causa i vezzi di un comportamento istintivo: lungo i secoli l’uomo ha avuto paura di certi animali pericolosi come i ragni e i serpenti, o ai fenomeni climatici come le tormente. Vi sono, ovviamente, fobie di natura culturale come quella del numero 13 (nei paesi occidentali, poiché in quelli orientali temono il numero 4), di Halloween o degli stranieri.

In molti casi, le persone non ricordano le cause che hanno portato a sviluppare la loro fobia, specialmente quando si tratta di fobie specifiche. Altre volte, in cambio, possono ricordare uno o diversi avvenimenti che porteranno alla fobia, specie quando si tratta di fobie sociali. Le cause scatenanti dello sviluppo della fobia, ad esempio, glossofobia –paura di parlare in pubblico- in una persona, possono essere rimandate a situazioni del passato in cui la persona abbia sperimentato un’umiliazione pubblica, beffe dai compagni, risate maligne, critiche, ecc e che in quel momento abbiano lesionato l’autostima del bambino.

In qualsiasi caso, la reazione dinanzi alle fobie tende a essere quella di evitare la situazione temuta. Questo può portare a veder deteriorare la propria vita sociale, quella lavorativa e affettiva. Per fortuna, esistono attualmente diverse modi di trattare una fobia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>