Ichthyofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei pesci.
Questo disordine si considera una fobia specifica inusuale. Gli stessi fobici sono capaci di riconoscere che il loro timore e le sue reazioni sono eccessivi. I sintomi sono simili a quelli di qualsivoglia altra fobia (respiro affannoso, sudorazione, nausee, capogiri, ecc.) e la terapia più frequente Ë quella di esporre gradualmente il paziente ai pesci (per esempio, avvicinare gradualmente un acquario con un pesce rosso al tavolo dove il paziente mangia, iniziare collocandolo assai lontano e coperto e poco a poco permettere che si abitui alla presenza del medesimo fino a quando la paura diminuisca). Esiste pure un caso documentato di un uomo che guarì della fobia per esposizione radicale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*