Musofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei topi. E’ conosciuta anche come muridofobia, murofobia o surifobia. Coloro che patiscono di questa condizione esperimentano terrore e ripulsione dinanzi ad animali come le pantegane e i topi, anche se in alcuni casi la paura si estende a tutti i roditori (talpe, criceti, ecc). Si tratta di una classe specifica di zoofobia (paura degli animali). La paura può essere scatenata persino vedendono una foto di questi animali o una immagine in televisione. Se viene trattata con terapia di simulazione in ambienti controllati in cui tramite una specie di videogioco o realtà virtuale si confronta il fobico con la sua paura, o persino con ipnosi.
Questa fobia, come una paura irrazonale e sproporzionata, è diversa alla preoccupazione razionale circa la contaminazione delle derrate alimentari per presenza di pantegane e topi, che è stata universale in ogni tempo, luogo e cultura in cui il grano immagazzinato può attrarre i roditori, che consumano o contaminano la derrata per alimentazione umana.
Una paura fobica e esagerata alle pantegane e i topi è stata tradizionalmente attribuita come una caratteristica stereotipata delle donne, con numerosi libri, catoni animati, programmi televisivi e film dell’era pre-femminista che ritragono le donne isteriche urlando e saltando sulle sedie o sui tavoli quando vedono un topo (per esempio, nelle vecchie macchiette di Tom e Jerry). Al di là dei ritratti stereotipati de genere previi al XXI secolo, la musofobia in occidente è sempre stata sentita da entrambi i sessi.
In molti casi la paura dei topi è una risposta condizionata socialmente indotta, combinata con (e originata in) una risposta inattesa (cioè, una risposta a uno stimolo inatteso), comune in molti animali, inclusi gli esseri umani, più che un disordine reale. Contemporaneamente, è comune con le fobie specifiche in cui lo spavento occasionale può portare a scatenare un’ansietà normale che richieda terapia. La paura dei topi può essere trattata con qualsiasi trattamento standard per fobie specifiche.
Vi è una credenza popolare molto comune che dice che gli elefanti temono i topi. Il riferimento più antico di questa affermazione è probabilmente quello di Plinio il Vecchio nelle Naturales Historia, libro VIII: tra tutte le creature viventi, quelli [gli elefanti] non possono attenersi a un topo o un ratto. Mentre il programma MythBusters (Cacciatori di miti) di Discovery Channel ha provato il mito come plausibile con gli elefanti selvaggi (senza poter confermarlo ne confutarlo totalmente), numerosi zoologici e zoologi hanno dimostrato che si può condizionare gli elefanti a non reagire. In qualsiasi caso, il mito della musofobia elefantina permane come base di numerose barzelette e metafore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*