Necrofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata della morte o delle cose morte. E’ conosciuta anche come tanatofobia. entrambi i termini si usano alternativamente, sebbene thanatofobia è più specifico: include, benché non si limiti, a la paura della propria morte. Necrofobia è la paura della morte, delle cose morte (per esempio, cadaveri) così come di certe cose associate alla morte (per esempio, bare). Il termine deriva dal greco “neros” (cadavere) y “phobos” (paura).
Coloro che patiscono di questa condizione non possono spiegare con chiarezza il sentimento terrificante che provino dinanzi a una mummia o un cadavere. Questa fobia è, di fatto, pericolosa, immaginiamoci un fobico fermo in una sala di museo con cose morte intorno. La mummia, con tratti scheletrici e molti fossili di animali estinti di tutto il mondo, tutti, si vedono come se fossero pronti a catturare una preda quando non vi è nessuno intorno-. La necrofobia può far sentire i soggetti tremendamente nervosi.
Questa fobia può essersi sviluppata dopo aver visto qualcuno morire o qualcosa di brutto morta davanti a lui. Questo può aver causato allora un trauma emotivo.
Se qualche volta ha sentito tremare le mani sul telecomando dopo aver visto un film dell’orrore, e non può allora andare in bagno da solo e necessita di qualcuno che lo accompagni fino alla porta, in questo caso è possibile che Lei sia una vittima della necrofobia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*