Archivio Blog

Parturifobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di partorire. E’ conosciuta anche come locquiofobia, maieusifobia o tocofobia. Nel anno 2000, un articolo pubblicato nel British Journal of Psychiatry (2000, 176: 83-85) descrisse la paura di partorire come un

Patofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata delle malattie.

Patroyofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dell’eredità.

Pecatofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di peccare o dei crimini immaginari.

Pediculofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei pidocchi.

Pediofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata delle bambole. Questa fobia è molto comune trai bambini piccoli, ma in alcuni casi persiste fino all’età adulta. Nel caso dei piccoli, molte volte si spaventano quando vedono i loro personaggi

Pedofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei bambini. Questo termine (che non si deve confondere con pedofilia, la perversione sessuale in cui si desidera i bambini) proviene dal greco “pais” (bambino) e “phobos” (Paura). Coloro che patiscono

Peladofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di della gente calva. Si veda falacrofobia.

Pelagrofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata della pellagra (tipo di avitaminosi).

Peniafobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata della povertà.