Carcinofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata del cancro, di contrarre questa malattia. E’ conosciuta anche come cancerofobia.

Sebbene qualsiasi persona può avere, in maggior o minor grado, certo timore o sospetto dinanzi alla malattia mortale che è il cancro, nel caso di coloro che patiscono questa fobia si tratta di una paura molto antinaturale, poiché dimostreranno temerla in qualsiasi sintomo fisico negativo. Un semplice capogiro e le persone si ossessioneranno pensando di patire di cancro.
Sebbene la malattia non è contagiosa, i carcinofobici sentono che se sono a contatto con queste persone condivideranno il loro patimento. Essendo vicini a un malato, sentono la mancanza di appetito e frequente bisogno di lavarsi, poiché credono che il cancro può spargersi per il corpo come se fosse polline.
Il mal di testa è il sintomo principale associato a questa fobia. I fobici associano persino questo sintomo della loro paura con il cancro medesimo. E’ ironico che una paura acuta di perdere la salute abbia in questi pazienti l’effetto di farli soffrire di più. Le terapie per guarire da questa fobia possono essere molto lunghe.
Questa fobia si associa con la paura della morte, sebbene nel caso dei carcinofobici è specialmente della morte come risultato del cancro. Sono soliti a sviluppare condotte quali evitare le sigarette e di esporsi al sole, ciò perché l’enciclopedie mediche avvertono che possono essere fattori cancerogene che, effettivamente, la prevenzione è la migliore medicina. Possono arrivare persino a fare consulti medici frequenti per assicurarsi di non patire la malattia.
Un possibile aiuto per questi pazienti è la Programmazione Neurolinguistica come una forma di autoaiuto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*