Hexakosioihexekontahexafobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata del numero 666.
L’origine di questa fobia si protrae alla credenza presente nel versetto biblico Apocalissi 13:18, nel quale s’indica che il numero 666 è il numero della bestia, e per giunta si trova legato a Satana o all’Anticristo. La fobia è diventata popolare nel tempo, estendendosi persino a credenti non cristiani. I film dell’orrore hanno contribuito all’estensione di questa credenza (gli esperti biblisti, tuttavia, affermano che il numero 666 è riferito a un re che visse nei secoli a cavallo del V y II a. C).
Coloro che patiscono di questa fobia evitano ogni cosa relazionata con il numero 666, quali un numero di volo o di servizio di trasporto, oppure l’indirizzo di un edificio. Tuttavia, evitano anche altre cose, sebbene con minor frequenza, sono soliti evitare il numero come prodotto di relazioni di altri numeri (per esempio la frazione 5/3). Un fobico considera sfortuna ottenere tre sei in una mano di poker.
Questa paura è in buona misura un artefatto del cristianesimo popolare, per contrasto la maggioranza degli intelletuali cristiani e i teologi attuali considerano che il numero sia un semplice riferimento a un imperatore romano nemico dei cristiani, Domiciano o Nerone. Questi intellettuali sostengono che i cristiani usarono il numero come nome in codice per riferirsi a lui, o che il proprio Cesare può aver favorito il numero per questioni numerologiche.
Vi sono alcuni casi di hexakosioihexekontahexafóbicos molto conosciuti: l’ex presidente nordeamericano Ronald Reagan e sua moglie cambiarono il loro indirizzo per evitare il numero. La compagnia telefonica di Honduras cambiò la propria numerazione di sei dígiti, dando il prefisso 666 alla città di El Progreso, i cui abitanti cattolici insistettero perché fosse cambiato il maligno prefisso, finché riuscirono e li fu dato il 668.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*